STUDIO DI PEDAGOGIA per l’età evolutiva: dott.ssa Eva Borin

DI COSA MI OCCUPO

La psicopedagogista, in questo studio si occupa prevalentemente di: difficoltà scolastiche (gestione e organizzazione dei compiti, sostegno nelle tecniche di studio); Disturbi Specifici di Apprendimento (dislessia, disgrafia, disortografia, discalculia); consulenza e supporto ai genitori e agli insegnanti riguardo strategie e tecniche di apprendimento.

 

COME LAVORO:

  • Primo colloquio: i genitori possono richiedere una consulenza su propria iniziativa o su consiglio della scuola o di uno specialista. Durante il colloquio il genitore illustra le difficoltà e le problematiche che incontra nel rapportarsi con il figlio/a durante il momento dei compiti e le difficoltà che vengono rilevate nel contesto scolastico
  • Osservazione: Sono necessari quattro/cinque incontri circa di osservazione del bambino per individuare le abilità di partenza ed eventuali carenze. Questo momento di osservazione permetterà di delineare un idoneo percorso di lavoro da intraprendere.
  • Proposta di intervento: Dopo la fase di osservazione, verrà effettuato un ulteriore colloquio con i genitori nel quale verrà illustrato lo status attuale delle potenzialità del bambino e le difficoltà riscontrate, le aree in cui si reputa necessario intervenire, i tempi e il costo di un eventuale intervento proposto.
  • L’intervento: è sempre personalizzato in base all’età del bambino e al tipo di problema presentato ed è mirato al benessere e al miglioramento delle abilità del bambino/a e della sua vita scolastica. L’intervento proposto può essere individuale, di gruppo. La durata del percorso varia in base al bisogno e al problema presentato.

La pedagogista potrà, se lo riterrà necessario, e con il consenso della famiglia, effettuare colloqui di consulenza e condivisione del progetto di lavoro, con gli insegnanti di riferimento del bambino/a.

 

MODALITA’ DI LAVORO:

Percorsi di Recupero e potenziamento

I percorsi di recupero e potenziamento delle funzioni cognitive si basano sul presupposto che ogni abilità può esser recuperata e potenziata.

In particolare le proposte riguardano:

  • interventi di recupero e potenziamento delle funzioni cognitive carenti mediante programmi di arricchimento strumentale rivolti a bambini e ragazzi con difficoltà di apprendimento;
  • attività di recupero e sostegno delle abilità matematiche per stimolare le capacità logico-matematiche;
  • attività di recupero e sostegno delle abilità linguistiche, ortografiche, sintattiche e delle capacità di comprensione ed esposizione dei contenuti.

Percorsi didattici personalizzati

Organizzo percorsi didattici personalizzati per il recupero, consolidamento e potenziamento delle conoscenze, abilità e competenze richieste dalla scuola nelle singole materie scolastiche. Ogni percorso ha come fine ultimo quello di sviluppare le abilità cognitive sottese ad ogni singolo contenuto. Nello specifico:

  • interventi mirati in Italiano per imparare a scrivere temi corretti dal punto di vista della forma e dei contenuti, per la comprensione del testo, per imparare i contenuti della grammatica italiana (analisi grammaticale, analisi logica, analisi del periodo);
  • percorsi personalizzati di Matematica (aritmetica, algebra e geometria);
  • lezioni interattive di Storia, Geografia e Scienze al fine di imparare un efficace metodo di studio.

I metodi didattici adottati hanno lo scopo di agevolare gli studenti nella loro preparazione mediante percorsi adeguati al loro stile d’apprendimento. Insegnare il giusto metodo per poter ottimizzare i tempi di lavoro ed acquisire sicurezza nelle materie in cui i bambini e i ragazzi si sentono più carenti. Infine, i contenuti vengono affrontati mediante l’uso delle tecnologie informatiche e l’adozione di modalità interattive.

Gli interventi didattici non sono delle “ripetizioni”, ma percorsi di natura pedagogica e didattica che presuppongono il coinvolgimento del singolo dal punto di vista non solo cognitivo, ma anche emotivo (autostima) e motivazionale, indipendentemente dai contenuti della disciplina. Sono gestiti da una pedagogista esperta in strategie di apprendimento scolastico.

I percorsi sono inseriti, dunque, in un progetto psicopedagogico completo e richiede il coinvolgimento dei docenti e dei genitori ai fini di un lavoro educativo di rete lineare e coerente.